Le Radici

 

pepi-merisio-001[1]Il teatro dei burattini costituisce una delle grandi eredità del teatro popolare italiano, un’eredità che nella terra bergamasca affonda profonde radici storiche e culturali.

Bergamo, infatti,  è il cuore vivo e pulsante di una delle più diffuse e pregevoli tradizioni del Teatro d’animazione: il teatro delle teste di legno, figlio  della più grande ed antica tradizione teatrale  italiana della Commedia dell’Arte.

 Unico tipo di teatro accessibile anche ai ceti più deboli,  si è caratterizzato per essere un  teatro popolare , aperto alla fruizione , tramite  prezioso di idee, sentimenti ed istanze sociali. 

Le prime notizie di uno spettacolo di burattini a Bergamo risalgono   all’anno 1700,  quando  la commediante  Camilla Bizzoni , detta  “ Franceschina”,  chiese al Comune  di poter allestire il proprio teatrino in Piazza Vecchia ,  cuore  storico ed artistico della Città medioevale.

(fotografia di Pepi Merisio)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *